HOME PAGE

Lavoro autonomo
Sono molte le novità che il Jobs Act del lavoro autonomo introduce per gli oltre 2 milioni di professionisti in Italia.

Le misure destinate a professionisti iscritti agli Albi, partite Iva e collaborati introducono maggiori tutele su molti temi cari ai lavoratori autonomi. Dopo l'approvazione della Camera il 9 marzo 2017, ora il Ddl passa al Senato.

Vediamo in dettaglio le principali novità:
  • Malattia: in caso di malattia o infortunio, se si svolte un'attività lavorativa continuativa, il rapporto di lavoro non si estingue e può essere sospeso fino a 150 giorni. Nel caso di eventi gravi si può anche sospendere il versamento dei contributi fino a due anni
  • Maternità: viene esteso da 3 a 6 mesi la durata del congedo parentale che ora si potrà utilizzare fino al terzo anno del bambino
  • Pagamenti: diventano illegali le clausole che consentono al committente di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali o contratti che prevedono il pagamento ad oltre 60 giorni dall'emissione della fattura

Continua a leggere...»
Bonus mamma Inps
Con la circolare n.61 l'Inps ha pubblicato alcuni chiarimenti sui requisiti per ottenere il Bonus mamma di 800 euro destinato per le nascite o l'adozione di un minore dal 1 gennaio 2017.

Purtroppo ancora non possibile effettuare la domanda online nonostante siano passati quasi tre mesi dalla data di avvio del beneficio prevista nella Legge di Bilancio 2017. Comunque sul sito dell'Inps sono stati pubblicati degli approfondimenti su come è possibile ottenere questo "Bonus mamma domani".

I requisiti per ottenere il premio alla natalità sono:
  • essere residente in Italia
  • avere cittadinanza italiana o comunitaria; le mamme con status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane
  • per le donne non comunitarie bisogna essere in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE


Continua a leggere...»
Importi massimi 2016 disoccupazione
L'Inps ha pubblicato gli importi massimi attivi dal 1 gennaio 2017 per le due indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL. Oltre a questi importi sono stati pubblicati dall'Istituto Previdenziale anche i valori del trattamento di integrazione salariale e dell'indennità di mobilità.

NASpI
Per il 2017 non cambiano i valori rispetto all'anno precedente. La retribuzione di riferimento è 1.195 euro: nel caso sia uguale o inferiore l'indennità è pari al 75% dell'importo percepito. Il valore massimo dell'indennità, in caso di retribuzione superiore a tale soglia, è di 1.300 euro (cioè il 75% più il 25% del differenziale tra la retribuzione percepita e 1.195 euro).


Continua a leggere...»
L'Inps da l'avvio a Garanzia Giovani
A partire dal 15 marzo 2017 sono presenti sul sito dell'Inps i moduli per le domande online per ottenere i bonus occupazionali relativi al programma Garanzia Giovani.

Sono due i bonus per incentivare l'occupazione dei giovani:
  1. uno operativo su tutto il territorio nazionale, dedicato ai giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, che prevede lo sgravio totale dei contributi a carico del datore di lavoro fino a 8.060 euro in caso di assunzione a tempo indeterminato o apprendistato (4.030 euro per 12 mesi in caso di tempo determinato di almeno 6 mesi)
    • un requisito importante per usufruire di questo bonus è la registrazione del lavoratore al sito di Garanzia Giovani e l'appartenenza alla categoria dei NEET (non inseriti in un percorso di studi o di formazione e che sono disoccupati)
  2. un altro operativo solo nel sud Italia, con gli stessi importi di quello previsto su tutto il territorio nazionale, ma attivo solo in caso di assunzione di giovani disoccupati
    • cambiano in parte i requisiti per questo secondo incentivo: la fascia di età per usufruire l'incentivo è un'età compresa tra 16 e 24 anni


Continua a leggere...»
Importi assegno di maternità 2016
Anche nel 2017 gli importi dell'assegno di maternità dai comuni e l'assegno per il nucleo familiare restano gli stessi dell'anno precedente. La comunicazione è arrivata con la circolare n. 55 dell'Inps dell'8 marzo 2017.

Quindi dal 1 gennaio 2017 le somme dai comuni sono le seguenti:
  • l'assegno mensile per il nucleo familiare è pari a 141,30 euro
  • l'assegno mensile di maternità per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, è pari a 338,89 euro per cinque mensilità (totale 1.694,45 euro)


Continua a leggere...»